Tag Archives: Corvo

Chiavi di ricerca festive, vol.10/millemila

27 Dic

Basta col Natale. Siamo grassi, esasperati dai parenti, tutti appiccicati d’uvetta ed esattamente stronzi quanto l’eravamo prima. Anzi, di più, che magari ci siamo sbattuti ad andare a cercare i regalini belli e a noi sono toccate cotenne di maiale e zolle di terra con su un fiocco. Basta con le musichette nei negozi e l’angoscia da pacchetto venuto male, basta coi consigli gastronomici su come riciclare gli avanzi e con le interviste agli anoressici iperattivi che la mattina di Santo Stefano vanno a correre al parco. E i buoni propositi? E vostro padre che vi allontana dalla lavastoviglie perchè solo lui può riempirla, anzi, solo lui SA come riempirla. E lo spauracchio del sottaceto che ruzzola sulla tovaglia della festa, devastandola senza rimedio? E il “ma non buttarla via, quella carta da regalo lì”, indicando una roba che sembra finita sotto a una mandria di zebù inferociti, una carta che neanche il neonato bambin Gesù riuscirebbe a restaurare. Ma perchè. Perchè. I tortelli che si rompono, l’arrosto che si sbriciola quando lo tagli. I bambini che ti prendono in giro se credi ancora ad entità sovrannatural-benefiche che arrivano a portarti i doni.
Basta, non ne posso più. Scappiamo… sacripante! Fuggiamo nel bislacco mondo delle chiavi di ricerca di Tegamini, lasciamoci sollazzare dalla sventatezza altrui e lanciamoci pezzi di panettone. E innoviamo, anche. Innoviamo con l’insiemistica, l’unico argomento della matematica che io abbia mai vagamente compreso.

Che è successo dunque, tra le keywords di Tegamini?
Continua a leggere

Del perchè avrebbe avuto senso rubare un altro morto

25 Gen

Immaginiamo per un attimo di essere dei ladri abilissimi. Ladri così fighi e infallibili da riuscire a sottrarre cose ingombranti, difficili da nascondere, decisamente complicate da trasportare e ancor più impervie da gestire. Ladri affusolati e agili, con sopracciglia capaci di competere con quelle di Diabolik. Ladri igegnosi, gente che zampilla d’astuzia e ha un nascondiglio sotterraneo più bello della Batcaverna.  Ladri che hanno amici più interessanti di GIGHEN o GHEMON, o che comunque, in caso avessero Ghemon come amico, non sarebbe mai un Ghemon che svolazza aggrappato alle zampe di un’aquila (o era un avvoltoio?), ma sarebbe un Ghemon che viaggia a dorso di drago o pterodattilo. Bene, siamo ladri di un certo livello, ladri degni di essere interpretati da Johnny Depp. Che fare quindi, con tutto questo traboccante talento per l’appropriazione indebita di beni atrui?
Si va sul lago e si ruba Mike Bongiorno.

Continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: