‘La granda in mezzo al pane’ mi coccola e sfama

22 Lug

Se fossi una mucca che si mangia, vorrei essere cucinata da quelli della Granda in mezzo al pane.
Perchè sì, farebbero di me un hamburger succulento e sbruffone e sarebbero capaci di mettermi in un bel sacchettone di carta con le patatine fritte, fatte con le patate vere. E poi, sarei una mucca in un panino che va a spasso con la birra Baladin artigianale, che è sempre un’ottima notizia. E non sto dicendo tutte queste carinerie perchè mi hanno invitata e coccolata l’altra sera, insieme a un adorabile gruppo di blogger torinesi ben più illustri di me (TorinoStyle, Tuzi Fashion Tips, Un tocco di zenzero e il prode Davide Licordari), ma perchè me n’ero accorta già in aprile, quando avevano aperto in piazza Solferino con la benedizione di Eataly. Insomma, ero già immersa nel sacchetto di carta fino ai gomiti in tempi non sospetti. Quella volta, avevo mangiato un Panciotto, l’hamburger con la pancettazza prelibata… questa volta, ho mangiato tutto: Giotto, Kebabun e Hot Dog, più un bue, un porcellino e un tirannosauro.
Avevo pure una limitata autonomia di masticazione, ma nulla è riuscito a fermarmi.
Insomma, fatevi un favore e nutritevi con un bel paninone con i super ingredienti. Fate del serio bene a voi stessi.
Fatto?
Bravissimi.
E ora, andate e moltiplicatevi.

Annunci

2 Risposte to “‘La granda in mezzo al pane’ mi coccola e sfama”

  1. Davide Licordari 22 luglio 2011 a 09:11 #

    Sono prode, che figo! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: