Cosmopolis, Don DeLillo

21 Giu

Da lì sembravano vuoti. L’idea gli piaceva. Erano stati creati per essere gli ultimi oggetti alti, vuoti, progettati per accelerare il futuro. Erano la fine del mondo esterno. Non erano propriamente lì. Erano nel futuro, un tempo al di là della geografia e del denaro tangibile e della gente che lo ammucchiava e lo contava.

Don DeLillo, Cosmopolis
Einaudi, ET Scrittori

Chissà se Cronenberg e Robert Pattinson saranno in grado di procurare a Eric Packer il tanto sospirato taglio di capelli. Che poi, chissà se se li taglia, i benedetti capelli. Qua, da pag.33, è un po’ difficile dirlo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: