Magda Szabó, La ballata di Iza

21 Gen

La vecchia si stava preparando a uscire. Disse che avrebbe ascoltato i suoi racconti prima possibile ma ora doveva proprio andare. Iza la guardò allibita. La madre prese la sporta vuota, salutò, uscì. Iza si piantò con i gomiti sul davanzale della finestra e la cercò allarmata con lo sguardo. La calura soffocante era cessata. La madre uscì sulla strada, non era più terrorizzata dal traffico come prima, perchè attraversò il breve tratto di binari fino all’isola pedonale senza aiuti, e s’arrampicò sul tram numero sei.

Magda Szabó, La ballata di Iza

Dopo La porta, credevo di aver raggiunto l’apice letterario in quanto a orgoglio, cocciutaggine, decoro e dignità.  Ma le donne della Ballata di Iza non scherzano.

Annunci

Una Risposta to “Magda Szabó, La ballata di Iza”

Trackbacks/Pingbacks

  1. Magda Szabó – Via Katalin « Tegamini. - 8 settembre 2011

    […] E si leggeva la venerabile Szabó anche un po’ di tempo fa, con La ballata di Iza. […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: